Denis Ryauzov per la prima volta in Italia! – Torino 21,22,23 Marzo 2014 – www.sscita.it

Locandina Marzo 2014

Grande attesa per l’evento a Torino di Denis Ryauzov, che terrà un Seminario nei primi giorni riservato a Forze di Polizia, Militari e operatori della sicurezza. La sua esperienza di insegnamento ai Reparti Speciali di Elite Russi e di altre nazioni nel mondo, garantisce una formazione ai massimi livelli possibili. Difesa da ogni tipo di arma da sparo e da taglio, bastoni e oggetti vari, neutralizzazione e controllo delle persone, scorta e guardia del corpo, difesa da terra, difesa in uno spazio limitato, sono alcuni degli argomenti del Seminario che verrà condotto da Denis Ryauzov.

Info e prenotazioni: www.sscita.it

UFC 162 Anderson Silva vs Chris Weidman

L’incontro di UFC (Ultimate Fighting Championship) più atteso del momento, il Campione dei pesi medi Anderson Silva, imbattuto negli  ultimi 6 anni, contro Chris Weidman, che non ha mai perso un incontro, si concluso al secondo round, con la vittoria dello statunitense che ha messo KO, per la prima volta nella sua carriera Anderson Silva, conquistando così il titolo mondiale e la tanto ambita cintura. Silva durante l’incontro ha cercato senza riuscirvi, di fare innervosire Weidman, che ha sfruttato a suo favore la strategia di Silva. Weidman grazie al suo KO, considerato il migliore della serata, ha vinto un Bonus $ 50,000 oltre al compenso ricevuto. Il sogno di molti, rimane di vedere la rivincita di Silva, con una strategia diversa da quella vista in questo incontro, chiedendosi in questo caso, quale sarà l’esito del combattimento.

Altri incontri della serata:
Frankie Edgar vince contro Charles Oliveira
Tim Kennedy vince contro Roger Gracie
Mark Munoz vince contro Tim Boetsch
Cub Swanson vince contro Dennis Siver
Andrew Craig vince contro Chris Leben
Norman Parke vince contro Kazuki Tokudome
Gabriel Gonzaga vince contro Dave Herman
Edson Barboza vince contro Rafaello Oliveira
Brian Melancon vince contro Seth Baczynski
Mike Pierce vince contro David Mitchell

Addestramento dei Corpi Speciali

Al personale appartenente ai vari Corpi Speciali esistenti, vengono richieste abilità e capacità al di sopra della media. La fase di addestramento delle Forze Speciali richiede infatti preparazione fisica e mentale adatta ad ogni situazione che possa verificarsi. Per raggiungere questo obbiettivo, dopo una severa selezione, superata esclusivamente dai migliori in campo, si prosegue con un addestramento che viene eseguito in tutti gli ambienti (terra,aria,acqua) e in tutte le situazioni atmosferiche e ambientali possibili. Ad esempio reagire correttamente e rapidamente ad una situazione sotto stress, dopo essere stati immersi nell’aqua ghiacciata per diversi minuti (addestramento Navy Seal), è un comportamento riservato a persone che si addestrano con programmi particolari a loro riservati. Le abilità devono includere tutti i tipi di combattimento a mani nude, conoscenza nell’utilizzo di armi, esplosivi, risorse utili ecc. Nelle varie specialità di combattimento corpo a corpo viene approfondito il concetto di posizione, in base all’ambiente e alla posizione degli avversari, fondamentale aspetto utilizzato nelle migliori discipline di combattimento in situazioni reali. In addestramento vengono riprodotti potenziali ambienti e luoghi esistenti(auto, edifici, ascensori ecc.), le simulazioni vengono eseguite considerando la eventuale presenza di ostaggi, persone da scortare ecc. , inoltre vengono riprodotte situazioni in assenza di luce, in acqua, in montagna e in qualsiasi condizione. Indispensabile è inoltre l’allenamento al tiro con armi corte, lunghe ecc., corsa, nuoto, esercizi con le corde (in altezza). In definitiva, il compito del’Agente dei Corpi Speciali è un compito difficile e impegnativo, a cui solo i migliori possono accedere!

Corso per addette ai servizi di controllo – Sicurezza è Donna!

ADDETTA AI SERVIZI DI CONTROLLO DELLE ATTIVITA’ DI
INTRATTENIMENTO E DI SPETTACOLO NEI LUOGHI
APERTI AL PUBBLICO O IN PUBBLICI ESERCIZICorso per addetta alla Sicurezza riservato alle donne
Obiettivi del corso:
Nell’intento di promuovere l’occupazione femminile nel contesto della sicurezza nei locali pubblici SERIMFORM S.C.C.
promuove un percorso formativo professionalizzante della
durata di 90 Ore, finalizzato al conseguimento del titolo di:
ADDETTA AI SERVIZI DI CONTROLLO DELLE ATTIVITA DI INTRATTENIMENTO E DI SPETTACOLO NEI LUOGHI
APERTI AL PUBBLICO O IN PUBBLICI ESERCIZI..
Il corso, che nello specifico, si rivolge ad un pubblico femminile, si propone di creare una figura professionale poco diffusa in un settore fino ad oggi culturalmente ad
appannaggio esclusivo dell’area maschile.
Costo a carico del partecipante: € 350
Durata: 93 ore
Requisiti di accesso: Età superiore ai 18 anni con assolvimento dell’obbligo
formativo, buona forma fisica e buon equilibrio psicologico.
Le lezioni si svolgono presso la sede SERIMFORM in Via Schiaparelli 16 a Torino, o presso altre sedi operative in Torino che verranno comunicate agli allievi al momento dell’iscrizione. La parte pratica si svolgerà in una palestra attrezzata con Istruttori qualificati.
Titolo rilasciato: Frequenza con profitto utile al rilascio della autorizzazione
dello stato ai sensi della legge 94 del 15 luglio 2009, Art. 3
commi da 7 a 13 e del D.M. 6/10/2009.
Al raggiungimento del numero massimo previsto per il corso, le persone in eccedenza potranno iscriversi alla sessione successiva.
Per informazioni ed iscrizioni:
Systema Italia – 347.97.57.347
www.systemaitalia.org – mailto:info@systemaitalia.org

SICUREZZA E’ DONNA !!

Corso per addetti alla Sicurezza

Obiettivo formativo:
L’addetto ai servizi di controllo (Security) è un professionista che possiede i requisiti psico-fisico-attitudinali, morali, legali e tecnici utili al rilascio di un’autorizzazione dallo Stato ai sensi della Legge 94 del 15 Luglio 2009, art. 3 commi da 7 a 13 e del Decreto del Ministero dell’Interno del 6 Ottobre 2009 , che introduce l’obbligo per tutte le strutture e attività di intrattenimento di utilizzare per la sicurezza, esclusivamente personale iscritto ad un’apposito elenco prefettizio.

corso-addetti-alla-sicurezza

Destinatari e requisiti di accesso:
Il corso della durata di 93 ore, è rivolto a occupati, disoccupati o inoccupati, con i seguenti requisiti:
- età superiore ai 18 con assolvimento dell’obbligo formativo, licenza media, titolo superiore o laurea;
- buona forma fisica
- buon equilibrio psicologico;
- assenza di condanne penali e carichi pendenti;

Luogo di svolgimento delle lezioni:
Le lezioni si svolgono presso la sede SERIMFORM in Via Schiaparelli 16 a Torino, o presso altre sedi operative in Torino che verranno comunicate agli allievi al momento dell’iscrizione. La parte pratica si svolgerà in una palestra attrezzata con Istruttori qualificati.

Programma del corso:
Accoglienza e monitoraggio, Area tematica giuridica (30 ore), Area tematica tecnica(21 ore), Area tematica psicologico-sociale (39 ore), Esame finale (3 ore – l’esame finale si svolgerà alla presenza di un Dirigente Responsabile Settore Sicurezza e Polizia Locale della Regione Piemonte).
Al raggiungimento del numero massimo previsto per il corso, le persone in eccedenza potranno iscriversi alla sessione successiva.
Per Informazioni:
Systema Italia – 3479157347
info@systemaitalia.org

Campionato Italiano di Boxe cat. medio-massimi

Il prossimo 31 Maggio 2013 alle ore 20,00, presso il Palasport di RivaroloCampionato_Italiano_Boxe_2013_medio-massimi
Canavese, in via Trieste 84, si disputerà un incontro di Boxe valevole per il Titolo di Campione Italiano medio massimi. Lo sfidante, il Campione Mediterraneo Stefano Abatangelo (The Hammer), del Team Loreni, contro il Campione Italiano in carica
Emanuele Barletta, del Team Chiavarini. Si tratta di un incontro tra professionisti di alto livello, nel quale il Campione in carica cercherà di difendere il titolo ripetendo il successo del 14 dicembre 2012, conseguito sul ring dell’Hotel Ergife a Roma, quando vinse per K.O. contro Mirko Ricci.
I due atleti hanno conseguito nella loro carriera i seguenti risultati:

Emanuele Barletta (anni 29)
Incontri vinti: 13 (KO 9) – Incontri persi 1 (KO 0) – Incontri pari ai punti 0
Stefano Abatangelo (anni 30)
Incontri vinti: 16 (KO 5) -  Incontri persi 2 (KO 0) – Incontri pari ai punti 1

Seminario Internazionale Chin Woo Martial Arts Hall of Fame

Il giorno 15 Giugno 2013 dalle ore 8,00 alle 18,30, presso l’IIS “T. D’Oria” in Via Prever 13 a Ciriè, la associazione Italian Chin Woo Athletic Association, con il patrocinio del Comune di Ciriè, promuove l’evento Chin Woo Martial Arts Hall of Fame, che vedrà impegnati Maestri di diverse discipline a presentare le proprie, tra cui: Siulam Hung Gar, Bei Shaolin, Chow Gar Tong Long, Taiji Quan, Sinanju-Shin Do, K1 e Muay Thai.
La giornata verrà suddivisa tra i Maestri presenti, per istruire i partecipanti presenti che potranno acquisire elementi di ogni disciplina in calendarioseminario-internazionale-multisciplinare.
Saranno presenti:
GrandMaster Ana D Zuzic – Sinanju Shin Do
GrandMaster Dudas Goran – Sinanju Shin Do
GrandMaster Giuseppe Cucci – Hung Gar Kung Fu
GrandMaster Marco Franza – K1
Maestro Alex Galvan – Yang Tai Chi Chuan
Maestro Simone Raimondi – Hakka Chow Gar Naam Pai Tong Long
Maestro Constantin Boboc – Bei Shaolin Kung Fu
Maestro Hassan Yaakoubd – Muay Thai
Il tema e lo scopo di questo evento, sarà quello di fornire riconoscimenti e onori a tutti i Maestri e Istruttori di ogni Arte Marziale presente.

Cinture e Arti Marziali

L’uso delle cinture nelle Arti Marziali è stato introdotto e reso popolare dal Maestro Jigoro Kano, che ha creato lo stile Kodokan Judo. Iniziando con il solo utilizzo delle cinture bianca large__8444580709e nera, presto si rese conto che erano insufficenti a differenziare i vari livelli di formazione, utilizzò quindi altri colori per indicare il grado di formazione raggiunto e le attività che gli allievi potevano svolgere. L’utilizzo delle cinture è quindi relativamente recente, considerando che la nascita delle Arti Marziali risale a migliaia di anni fa. Questa idea comincio presto a diffondersi in tutto il mondo principalmente nelle Arti Marziali tradizionali, tra cui: Karate, Aikido, Jiu Jitsu, Taekwondo ecc. I colori delle cinture stabiliti diventarono: bianca, gialla, arancione, verde, blu, marrone e nera. Raggiunto il grado più elevato, per differenziare ulteriormente, in alcuni stili vengono utilizzati i dan, in altri i cerchi o cinture bianche e rosse. In alcune discipline al raggiungimento della cintura nera, il praticante torna a indossare la cintura bianca, che simboleggia la purezza, la luce raggiunta durante il percorso. Comunque le cinture non hanno un significato universale, identificano esclusivamente il rango raggiunto all’interno dello stile praticato, cioè indicano alle altre persone quale è il grado raggiunto in quella disciplina. Lo scopo principale dell’allievo non deve diventare l’acquisizione delle cinture(sfruttato talvolta a livello commerciale) ma deve essere quello di progredire nella disciplina praticata. Possiamo ricordare a questo proposito, quando un allievo il primo giorno di lezione chiese a Bruce Lee qualche informazione sulle cinture, egli rispose: le cinture?… Servono a sostenere i pantaloni!
photo credit: Camera Eye Photography via photopin cc

Arti Marziali e bambini

Gli aspetti positivi delle Arti Marziali per i bambini che le praticano sono molteplici. Si tratta di sports completi che hanno effetti benefici sul corpo, sulla mente e sullo spirito.
Gli esercizi fisici praticati aiutano il corpo a diventare forte, flessibile e rapido nei movimenti. Vengono sollecitati tutti i muscoli, l’apparato cardiovascolare e viene sviluppata la coordinazione dei movimenti, fondamentale per l’attività seguita ma anche per quelle future.
La sicurezza che si determina con la pratica, essere consapevoli di avere sviluppato delle capacità di difesa, aumenta l’autostima e la pace interiore. Non a caso i benefici di queste attività sono consigliate anche a bambini iperattivi.
Il rispetto, fondamentale requisito richiesto all’interno del Dojo. I bambini imparano ad ascoltare e a seguire Maestri e istruttori. Inoltre imparano a gestire i propri comportamenti con gli altri allievi, che si traduce nell’apprendimento del rispetto nei confronti di sè stessi, dei compagni, degli insegnanti, dei genitori ecc.
La disciplina che viene trasmessa nel Dojo, aiuta il bambino a concentrarsi e pone degli obbiettivi(ad esempio le cinture) a cui aspirare, diventando in questo modo una vera scuola di vita.

Intervista al Blog Systema Italia

Giovedì 4 Aprile 2013, è stata pubblicata da Martina Carella, nella rubrica di Superscommesse dedicata a chi lavora nel mondo delle scommesse l’intervista seguente al Direttore del Blog Systema Italia:

Roma – Tornano le interviste di “Dietro le Quinte con..”, , del gaming online e dell’informazione sportiva in generale.

1. Buongiorno Direttore, come e quando nasce il blog Systema Italia? E chi lavora nella redazione?

ietro le quinte arti marziali sport da combattiment

Nasce principalmente dalla mia passione per le Arti Marziali e gli Sport da Combattimento che pratico/insegno tuttora, coinvolgendo altre persone appassionate come me o che lo diventano frequentando i corsi. Il primo articolo del Blog è stato pubblicato nel sito a settembre del 2012, quindi è recentissimo! Posso dire che si tratta di una mia creazione, ma sono aperto al parere di chiunque voglia confrontarsi, le persone che intendono collaborare sono sempre le benvenute.

2. Quali sono gli argomenti di cui si parla nel blog?

Gli argomenti di cui sopra, Arti Marziali e Sport da Combattimento, sono in continua crescita ed è sufficiente entrare nel Forum per avere una prima impressione del numero di specialità che vengono trattate. In futuro si potrà osservare un ulteriore sviluppo dei temi trattati, ogni specialità potrebbe dare luogo a specifici approfondimenti… Per fare un esempio, basta pensare al settore della Difesa Personale, che può generare molte altre sottocategorie, in cui si andranno a proporre programmi specifici e diversificati, quali ad esempio: Autodifesa Femminile, Forze di Polizia, Militari ecc. Altro esempio potrebbe essere in quale luogo svolgere le attività, indoor, outdoor, in acqua ecc. Inoltre si sta creando un’ integrazione dell’ Autodifesa con tecniche  psicologiche che mirano a potenziare la consapevolezza nel presente e aiutano ad essere più consapevoli del proprio corpo e mantenere maggiore lucidità mentale ed equilibrio emotivo( Self-defence and Mindfulness).

3. Cosa cambierebbe nel mondo sportivo italiano, ammesso che lei voglia cambiare qualcosa?

Sicuramente più visibilità agli argomenti trattati! D’altronde io sono di parte. Tralasciando le battute, non posso certo pretendere che le persone abbiano le mie stesse passioni, ci sono sport molto più diffusi e seguiti. Quello che posso fare, grazie anche a questo Blog, è di dare visibilità anche a Sport meno diffusi, illustrando i benefici che si possono ottenere da queste discipline, sia per i bambini che per gli adulti.

4. Grazie agli spazi web come il suo, sport che hanno poca visibilità vengono esaltati. Vuole aggiungere qualcosa a questo proposito?

Questo è un aspetto per me prioritario, riuscire ad esempio ad evidenziare la determinazione e l’impegno degli Atleti che riescono a raggiungere dei grandi risultati;” dietro” un Campione c’è sempre una storia che merita di essere raccontata, naturalmente questo vale per tutti gli Sport.

5. Quanto sono praticati le Arti Marziali e gli Sport da Combattimento in Italia?

Non dispongo di statistiche precise per rispondere a questa domanda, suppongo che le persone praticanti e appassionate siano molte, tenuto conto della quantità di discipline praticate a tutti i livelli, età ecc.

6. Quali sono i punti di forza degli sport di cui si parla nel blog?

L’equilibrio mente-corpo che si viene a formare, insito nelle Arti Marziali e Sport da Combattimento, credo sia l’aspetto emergente principale, che tutti possono notare, coinvolgente e formativo per gli adulti e  i bambini.

Self-Defence and Mindfulness

Questa disciplina integra l’efficacia dell’autodifesa con le tecniche psicologiche che facilitano la presenza mentale e la consapevolezza mente-corpo nel ” quì e ora”. Spesso il nostro stile di vita frenetico ci allontana dal sentire il nostro corpo, il nostro respiro, come ci alimentiamo e amplificando i nostri pensieri ci rende poco consapevoli del presente in cui viviamo. Le tecniche Mindfulness ci aiutano a ritrovare un equilibrio mente-corpo, a gestire meglio il pensiero e le emozioni e a creare una comunicazione profonda con le sensazioni corporee. Il nostro corpo è saggio e spesso ci parla attraverso i sintomi e le sensazioni ed è fondamentale saperlo ascoltare. Ritrovando una maggiore lucidità mentale ed emotiva diventa più facile gestire le situazioni di stress e poter applicare le tecniche di autodifesa con più armonia e potenza.

Brazilian Jiu-Jitsu o BJJ

Il Brazilian Jiu-Jitsu è un affascinante Sport da Combattimento, in cui l’atleta lotta singolarmente contro l’avversario ma vive collettivamente con i compagni di squadra, in amicizia e divertendosi Per raggiungere risultati importanti, tra cui la desiderata cintura nera, riconosciuta dalla Federazione Brasiliana, l’atleta deve impegnarsi assiduamente con costanza, dedizione e passione. Imparare e ripetere molte volte le tecniche è fondamentale, anche la memoria delle situazioni che si vengono a creare è importante, si potrebbe paragonare ad una partita di scacchi, in cui gli atleti cercano di ottenere un vantaggio di posizione: una volta ottenuto cercano di mantenerlo e incrementarlo fino al termine della gara. Un video di esempio delle tecniche di BJJ postato nel Forum di questo sito, nella sezione di pertinenza, descrive perfettamente le tecniche, la difficoltà e la preparazione necessaria per praticare il BJJ. http://www.systemaitalia.org/forum/viewtopic.php?f=30&t=127 Da notare sempre nello stesso video, come posizioni in prima apparenza difensive come la guardia, possano diventare vincenti contro l’avversario. La diffusione del Jiu Jitsu Brasiliano avvenne soprattutto per il contributo dei componenti della famiglia Gracie, del Maestro Mitsuyo Maeda e di Luis Franca. Uno dei principi fondamentali del BJJ recita che un individuo più debole e piccolo, può difendersi e prevalere contro un avversario più grande e forte portandolo a terra. Quindi il Focus di un lottatore di BJJ è orientato a portare il combattimento al suolo, utilizzando in questo modo tecniche di controllo, tra cui leve articolari, strangolamenti e sottomissioni.

 

Difesa Personale

La Difesa Personale  assume ai giorni nostri particolare importanza, i fatti di cronaca  evidenziano infatti l’aumento di furti, rapine e aggressioni nei confronti delle persone ritenute  più deboli. E’ fondamentale acquisire alcuni elementi che aiutano ad aumentare le possibilità di salvarsi da situazioni di aggressione o pericolo. Le Arti Marziali o gli Sport da Combattimento possono sicuramente aiutare gli atleti a praticare una efficace Autodifesa,
tecnica1tuttavia i corsi di difesa personale  sono strutturati in modo da fornire gli strumenti utili al conseguimento dell’obbiettivo finale, in tempi brevi e con le tecniche adatte ad ottenere i risultati migliori. Nell’Autodifesa da strada  non vi sono regolamenti (da rispettare), a differenza di quanto previsto dalle discipline sportive, soprattutto quando è a rischio la propria incolumità, l’unico vincolo  è il rispetto della proporzione tra l’offesa ricevuta e la reazione.  Possiamo quindi affermare  che coloro che frequentano un  un Corso di autodifesa  hanno il vantaggio di apprendere velocemente poche tecniche specifiche, adatte a difendere se stessi e gli altri. Un’altra componente fondamentale di un corso  è la formazione di un Atteggiamento Mentale, che consenta di  abbandonare l’atteggiamento della vittima, per sostituirlo con la consapevolezza di avere delle possibilità di uscire vincenti in situazioni conflittuali, ricordandosi sempre  che un corso di Autodifesa non rende invincibili, semplicemente aumenta le possibilità di salvarsi da situazioni negative. Inoltre la sicurezza acquisita aiuterà a mantenere la lucidità, per non  cadere nel cosiddetto “effetto tunnel”, per il quale  non si riesce a reagire e si precipita  in una situazione di completo panico. Le motivazioni per cui, ai giorni nostri,  aumenta  il numero di iscritti ai corsi di difesa personale, sono in parte svelate in questo articolo.

Giornata Mondiale delle Arti Marziali

Dopo il grande successo della terza edizione  svoltasi lo scorso Novembre a Carrara, a Milano Novegno dal 25 al 28 Aprile 2013, è prevista la partecipazione straordinaria  di  oltre diecimila marzialisti   nel parco del complesso fieristico, per la quarta edizione del Festival dell’Oriente, in cui è prevista l’affluenza di circa 100.000 persone. La partecipazione alla manifestazifestival-orienteone sarà libera ed autogestita dai partecipanti. Sono invitati per esibirsi davanti agli ospiti tutti i Maestri di qualsiasi stile o federazione. Lo spazio disponibile(70.000 mq), sarà in parte al coperto e in parte  all’aperto nel parco. Le varie fasi della manifestazione  saranno riprese ininterrottamente dalle telecamere della Rai e di Mediaset . Ingresso :  costo  10 euro.   Orario:   tutti i giorni dalle h. 10 alle  h.23. Ci saranno inoltre molte esibizioni tradizionali e folkloristiche, tra cui la danza del drago taiwanese, la battaglia degli aquiloni cinesi, i tamburi di guerra giapponesi e molte altre. Nel corso della manifestazione verranno inoltre affrontati temi quali: tecniche respiratorie, meditazione e  effetti delle Arti Marziali sulla salute e il benessere della persona. L’importanza e il livello della manifestazione, il clima che si respira in eventi in cui sono coinvolti appassionati di Arti Marziali, lasceranno bellissimi ricordi da custodire e da trasmettere a tutti coloro non hanno potuto partecipare.

Giorgio Petrosyan al Palatrieste il 2 Marzo 2013

Importante serata il 2 Marzo al Palatrieste, con un incontro di K1, disciplina del Muay-Thai, che avrà come protagonista il Campione Giorgio Petrosyan, soprannominato il chirurgo  per la precisione dei suoi colpi, che combatterà contro un avversario di tutto rispetto, Ole Laursen, nella categoria 70 Kg. Per giorgio-petrosyaninformazioni e prenotazione biglietti, rivolgersi a Ticketpoint S.R.L.

Selezioni Finali Oktagon 2013

Sabato 2 Marzo 2013 PalaRuffini di Torino, sarà di scena la Thai Boxe con le Finali Nazionali per disputare successivamente Oktagon 2013.
La manifestazione sarà ai massimi livelli, grazie alla presenza del Super Campione Tailandese Sittichai Sitsongpeenong che combatterà in un match fuori torneo contro Dylan Salvador. Altro match di spicco fuori gara sarà quello di Mathias Sitsonpeenong contro Amine Kacem.
Gli atleti in gara, provenienti dalle selezioni svolte in tutta Italia, si confronteranno allo scopo ottenere il Pass per disputare la finalissima il 20 Aprile 2013 ad Assago(MI).
Come di consueto, l’organizzazione della Manifestazione sarà dei Team di ThaiBoxeMania e Barbuto Promotion, a garanzia di un evento di sicuro successo.

Seminario di MMA con Greg Nelson

Seminario di M.M.A. con Greg Nelson, a Milano il 16-17 febbraio 2013,
che sarà per la prima volta in Italia. Conosciuto da tutti gli appassionati di Mixed Martial Arts (MMA), per avere allenato e prodotto 3 campioni di UFC (Ultimate Fighting Championship).

Ecco un elenco di campioni formati da Greg Nelson:
Patrick Barry – UFC K1
Mike Richman – Bellator Fighting Championships
Sean Sherk – Former UFC Lightweight World Champion
Brock Larson – UFC, WEC Title Contender
Chris Tuchscherer – UFC, Dakota Fighting Championship Heavyweight Champion, Division II NCAA National Wrestling Champion
Nik Lentz – UFC
Jacob Volkmann – UFC, Former VFC Welterweight Champion, FILA- Grappling World Champion 80 kg, Three Time NCAA Division 1 All American Wrestler
Nick Thompson – Former BodogFIGHT Welterweight World Champion, UFC Veteran, Strikeforce, Sengoku
Jon Madsen – UFC TUF 10 cast member
Derrick Noble – UFC Veteran
Logan Clark – UFC & WEC Veteran, Sengoku
Kelly Kobold – Elite XC Fighter
Saul Mitchell – World Kickboxing Association US Welterweight Muay Thai Champion
Kaitlin Young – Hook -N- Shoot Women’s Tournament Champion, T.B.A.-SA 135 lb Tournament Champion
Dave Menne – Former UFC Middleweight World Champion
Brad Kohler -Former UFC fighter
Brock Lesnar – Former UFC Heavyweight World Champion [5] – UFC Fighter, two-time NJCAA All-American, 1998 NJCAA Heavyweight Champion, two-time NCAA All-American, two-time Big Ten Conference Champion, 2000 NCAA heavyweight wrestling champion
Cole Konrad – Bellator Fighting Championships Heavyweight Tournament Champion.

Per tutte le informazioni e la preiscrizione(obbligatoria), rivolgersi direttamente alla Bono Academy di Sesto San Giovanni(MI).

Grande Boxe a Torino il 28 Dicembre 2012!

La grande Boxe tornerà a Torino il 28 dicembre prossimo. L’appuntamento è al PalaRuffini, dalle ore 20, per la serata One Night Boxe, l’evento, trasmesso in diretta tv su Sportitalia, con il commento di Massimiliano Duran, l’indimenticato campione mondiale degli anni  novanta, rientra nel calendario delle competizioni dei professionisti della FPI, Federazione Pugilistica Italiana, e della IBF, International Boxing Federation. Saranno protagonisti Atleti di straordinario livello, tra cui: Loredana Piazza, Stefano Abatangelo, Massimiliano Ballisai e Maurizio Lovaglio, che renderanno l’appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati , una occasione per assistere ad incontri ai massimi livelli per tutti coloro vorranno beneficiarne.

Seconda edizione Sports Days 2012

A Rimini dal 26 al 28 Ottobre, seconda edizione della fiera dedicata alla promozione, comunicazione e formazione nel Settore Sportivo.
Alcuni numeri lo scorso anno:
140 mila metri quadrati di superficie espositiva
3.142 società sportive
31.355 Visitatori
Saranno presenti quest’anno alla manifestazione istruttori, tecnici, ufficiali di gara, atleti ecc.
Particolare attenzione verrà riservata alle nuove tendenze dell’abbigliamento tecnico per lo sport.
Inoltre quest’anno ci sarà dello spazio dedicato all’impiantistica Sportiva (NOVITA’ 2012)

Differenze tra Sistemi di Combattimento e Arti Marziali

Le differenze tra un Sistema di Combattimento (es. Krav Maga o Systema) e una Arte Marziale tradizionale (es. Karate o Judo) sono molte. I Sistemi di Combattimento nascono in ambito Militare, pur avendo in certi casi contenuti delle Arti Marziali tradizionali e origini popolari. Inoltre si differenziano perfettamente nei vari livelli di apprendimento in base alle esigenze  della persona, suddivisi in tutte le  specializzazioni possibili. Le Arti Marziali tradizionali  sono tuttora molto praticate dai bambini e ragazzi, che imparano le basi divertendosi , con programmi adatti a loro,  che prevedono l’apprendimento della coordinazione dei movimenti, fondamentale in giovane età. In questi ultimi anni c’è stata invece rispetto al passato  una flessione  nel numero  dei partecipanti adulti alle Arti Marziali tradizionali, che  vengono abbandonate  per  altre tipologie di attività. Rimangono  inalterati  il fascino e la marzialità dell’ambiente in cui si praticano le Arti Marziali tradizionali, grazie ai Maestri che continuano a diffondere queste meravigliose discipline.